UNA SETTIMANA TRA FENICOTTERI E MARE CARAIBICO


Ciao a tutti, eccoci con un nuovo articolo per raccontarvi di un bellissimo viaggio, quello di Aruba.

Siamo partiti la mattina alle 9.20 da Milano Malpensa con l’American Airlines per fare la prima tratta di 11 ore e 20 fino a Miami, fare uno scalo di 2 ore e mezza circa e fare l’ultima tratta Miami-Aruba in 2 ore e 50.
Se devo essere onesta, la compagnia aerea lascia un po’ a desiderare perché noi abbiamo trovato un aereo davvero vecchio, senza televisore ai posti né carica batteria per il cellulare, solo uno ogni circa 10 file... e fare oltre 11 ore di volo senza poter guardare neanche un film non è il massimo. Nei nostri posti poi andava neanche la luce e non potevamo nemmeno leggere. Unica nota semi-positiva è stato il wifi, anche se era a pagamento (19 dollari).

Ad ogni modo, dopo quasi 24 ore di viaggio, arriviamo ad Aruba e prendiamo un taxi per dirigerci al Renaissence Aruba (che dista poco meno di 10 minuti) ed è lì che passeremo le successive 3 notti.



Per vedere i fenicotteri è necessario andare nell'isola privata del Renaissence e avete 2 modi per farlo: o alloggiare direttamente nell'hotel (e in quel caso non avrete problemi) oppure se decidete di alloggiare in un altro hotel, il mio consiglio è quello di passare alla reception del Renaissence il primo giorno in cui arrivate e prenotare 2 lettini in una delle spiagge dell'isola privata. In questo modo vi verranno dati i braccialetti e potrete passare la giornata con i fenicotteri senza problemi. 

La mattina successiva tempo di fare colazione e andiamo subito sull'isola per vedere i fenicotteri, era un mio sogno da tantissimo e non vedevo davvero l'ora. Prendiamo la barchetta privata direttamente al molo all'interno della struttura e in 10 minuti siamo li. Quando li vedo l’emozione è tantissima e non mi sembra quasi vero. Sull'isola c’è una spiaggia in cui ci sono i fenicotteri e un’altra spiaggia normale in cui si può passare la giornata.



Nella spiaggia con i fenicotteri c’è un bar che offre anche il servizio ristorante mentre nell'altra spiaggia c’è il ristorante vero e proprio. E’ su questa isola che abbiamo passato i seguenti 2 giorni, esplorandola, godendoci i fenicotteri, la sabbia bianchissima e il mare cristallino. Il primo giorno in spiaggia è stata anche fatta una proposta di matrimonio, e con la mente sono subito tornata a 2 anni fa (che emozione unica!!).





Alle 18.45 parte l’ultima barchetta per tornare all'hotel e passiamo le serate tra i locali e i ristoranti che ci sono nei dintorni (ci sono infatti un food district e un centro commerciale) oltre al centro di Oranjestad davvero carino, tutto colorato e con un sacco di negozi.



Ma questa è solo la prima parte della scoperta di Aruba in quanto l’isola ha molto altro da offrire. Il quarto giorno quindi cambiamo hotel e andiamo al The Mill Resort&Suites, che si trova a Palm Beach e qui l’atmosfera è totalmente differente (è la zona più viva di Aruba).

Vorrei fare una piccola precisazione su come muoversi ad Aruba. Il modo sicuramente più comodo è noleggiare una macchina e potete farlo dall'Italia oppure con un’agenzia locale direttamente al porto dove sbarcano le navi da crociera (come abbiamo fatto noi). E’ comodissimo e più economico.
Arrivati quindi al nuovo hotel (la nostra stanza è davvero bellissima, molto grande e accogliente) corriamo subito in spiaggia: davvero uno spettacolo.



La sabbia così bianca e morbida da sembrare irreale e il mare di un blu da lasciare a bocca aperta. A Palm Beach poi ci sono tantissimi ristoranti in cui pranzare e cenare ed è cosi che abbiamo passato la giornata e la serata: mangiando e godendoci il mare.



Il mattino seguente sono super emozionata perché andiamo a visitare The Natural Bridge, un ponte naturale fatto di rocce di cui avevo sentito molto parlare. Per arrivarci ci vuole circa mezz'oretta di macchina da Palm Beach e passando per una natura ancora davvero incontaminata si arriva al ponte e lo spettacolo lascia davvero a bocca aperta.





Questa natura assolutamente selvaggia e incontaminata, queste rocce dai colori irreali che contrastano con il blu del mare sono uno spettacolo che non potete perdervi per nessuna ragione al mondo. Ci sono anche delle zolle saline in cui si può utilizzare il sale per farsi uno scrub assolutamente naturale. Prendetevi mezza giornata per scoprire questa zona dell’isola perché è davvero incredibile.



Di ritorno, prima di andare a pranzo, ci fermiamo anche a vedere il famoso faro, anche lui molto bello e suggestivo.

Il pomeriggio continuiamo a goderci il mare e per le 17 siamo pronti per fare una bellissima esperienza con l’Ente del Turismo di Aruba. Ci hanno infatti organizzato un’escursione per andare a vedere il tramonto dall'oceano in catamarano. Non mi era capitato di farlo e anche questa volta devo dire che è stata un’esperienza unica. Il catamarano è grandissimo, c’è per tutto il tempo musica, cibo e open bar, e il sole che cade nel mare quando sei dentro al mare è uno spettacolo da non perdere.
La sera rientriamo in hotel verso le 21, doccia e ceniamo in uno dei ristorantini a Palm Beach.

L’ultimo giorno continuiamo la nostra scoperte di tutte le varie spiagge (sono una più bella dell’altra) e rientriamo in hotel verso le 16 per goderci un buon cocktail in piscina, il tramonto dall'hotel e una cena sempre in hotel, perché l’indomani mattina abbiamo la sveglia alle 5 per tornare in Italia.




Vi lascio il video per mostrarvi l’aria che si respira in questo resort.


Il volo di ritorno sfortunatamente è uguale a quello dell’andata e mi ritrovo a dover dare una recensione negativa ad American Airlines, ma comunque sia il volo alla fine è passato e si ritorna alla normalità di Milano.

Fatemi sapere nei commenti se questo articolo vi è piaciuto e vi ricordo che potete seguirmi sul mio profilo Instagram alessia_siena e sul mio canale Youtube Alessia Siena o visitare il mio sito web.

A presto
Un abbraccio

Alessia

Commenti

I più letti