WEEKEND AUTUNNALE A ISTANBUL

Istanbul, panorama dal ponte Galata Bridge

1° GIORNO

Siamo partiti sabato mattina dall'aeroporto di Bergamo direzione Istanbul Sabhia Gokcen con la Pegasus Airlines. Il volo dura circa 2 ore e 50 minuti.

Atterrati a Istanbul c'era l'autista ad attenderci. Per questo viaggio, abbiamo prenotato l'auto in anticipo dal sito GET TRANSFER, un sito in cui puoi prenotare trasferimenti trovando prezzi davvero vantaggiosi. Un'ottima alternativa, ad esempio, se non c'è Uber o se non si ha il traffico dati appena atterrati. Vi consiglio di inserire la richiesta almeno una settimana prima del trasferimento che vi serve, in modo da ottenere un maggior numero di preventivi e prezzi più concorrenziali. Anche questa volta ho acquistato la Sim Card locale con il traffico dati in aeroporto, dove abbiamo cambiato anche gli Euro in Lire Turche.

Istanbul, particolare di bancarella che vende succo di melograno

Per la prima notte abbiamo soggiornato al APARTOF HOTEL nella zona Taksim Beyoglu e appena arrivati ci ha accolti il gentilissimo proprietario di casa. L'hotel è molto accogliente e le stanze sono dei piccoli appartamenti comprensivi anche di cucina: un'ottima soluzione se non si vuole mangiare sempre fuori. Nella zona sono presenti inoltre molti supermercati, negozi e locali, essendo centralissima. Una doccia al volo e scendiamo per fare un giro e andare a cena perché anche se abbiamo preso l'aereo delle 12.00, tra il volo, 2 ore di fuso, mezz'ora in aeroporto per Sim Card e cambio valuta e più di un'ora di macchina per arrivare in centro dall'aeroporto, siamo arrivati in hotel alle 19.30.

Per la cena abbiamo scelto un ristorante davvero molto bello con una vista meravigliosa sulla città e sul Bosforo che distava 10 minuti a piedi dalla nostra posizione. Il ristorante si chiama 5. KAT e siamo riusciti a cenare nonostante non avessimo prenotato (credo per il solo fatto che siamo arrivati presto). Dopo le 21.00 era completamente pieno. Finita la cena altra passeggiata, uno sguardo veloce da H&M e Adidas e abbiamo terminato la serata mangiando Baklava in un posto che lo prepara divinamente nell'affollatissima via Istiklal Caddesi.

Istanbul, insalata alla greca al ristorante 5.Kat Istanbul, piatto tipico con riso speziato e carne al 5.Kat

Poi via a riposarci per essere pronti alla successiva giornata che ci attendeva.

2° GIORNO

Sveglia alle 7, check-out e taxi per andare nell'hotel in cui avremo trascorso i giorni successivi, lo SHANGRI-LA BOSPHORUS nella zona di Besiktas. Restiamo incantati dalla bellezza e dalla maestosità di questo hotel e l'adrenalina è talmente tanta che decido di fare una bella corsa lungo il Bosforo, con l'alba e tutti i pescatori intenti a pescare il pesce per la giornata: uno spettacolo indimenticabile. Tornata in camera, disfiamo le valigie, doccia e via a fare colazione. Un immenso buffet ci attende e non so perché ma quando sono all'estero la colazione salata diventa la mia preferita.

Istanbul, Alessia Siena in una corsetta mattutina sul Bosforo. Shangri-La hotel, il ricco buffet della colazione

Caricate le batterie iniziamo lo shooting in hotel che dura tutta la mattina e alle 13.00 prendiamo un taxi al volo perché ho prenotato un tavolo al ristorante SEVEN HILLS che penso abbia una delle viste più belle della città perché dà sulla Moschea Blu da un lato e su Santa Sophia dall'altro. Il Grand Bazar è vicinissimo alla Moschea Blu, 10 minuti a piedi e decidiamo di andare a vederlo ma, siccome era domenica, era chiuso. Proviamo quindi ad andare a visitare l'interno di Santa Sophia (dev'essere davvero spettacolare) ma la fila era interminabile. Anche questa volta ci è andata male... ☹️

Istanbul, Alessia Siena guarda Santa Sophia dalla terrazza del ristorante Seven Hills

Girovaghiamo un po' nei dintorni e ci godiamo il tramonto nel parco antistante la Moschea Blu: qui l'ingresso ai turisti è consentito solamente in orari prestabiliti e con un abbigliamento adeguato (c'è, comunque, un chiosco che presta i copricapo per le donne). Lo spettacolo è incredibile ma non vi nego che la domenica penso non sia un giorno indicato per visitare questi luoghi. Inizia a fare freschino e torniamo in hotel dove dedichiamo qualche ora al relax tra nuotate in piscina, idromassaggio e hammam.

Istanbul, la Moschea Blu al tramonto Shangri-La hotel, Alessia Siena si rilassa a bordo piscina

La giornata è stata lunga e sono le 22.00, quindi scegliamo di cenare con il servizio in camera, anche se avrei tanto voluto andare al ristorante cinese Shang Palace che c'è all'interno dell'hotel perché è strepitoso (ci avevamo già cenato nel nostro precedente viaggio allo Shangri-La di Dubai).

3° GIORNO

Sveglia sempre presto e anche questa mattina, dopo una bella colazione, ci dedichiamo allo shooting nella struttura. Terminiamo verso le 13.30 e andiamo a visitare Galata, una zona di Istanbul davvero molto molto carina, con tantissimi localini tipici e dei negozietti che vi tenteranno fortemente per l'abbigliamento e accessori spettacolari che hanno. Finito il giro in quella zona, e scattata la foto di rito alla TORRE, andiamo al mercato delle spezie, dove ci sono spezie (ovviamente), formaggi, olive e ogni prelibatezza tipica del posto. Non vi nego che avrei preso qualsiasi cosa in qualunque bancarella hahaha...

Galata, la famosa Torre Istanbul, dettaglio di una bancarella al mercato delle spezie

Dal mercato delle spezie eccoci finalmente al Grand Bazar. Sarà che a me mercati, Bazar e Souq affascinano davvero tanto ma io ci passo le ore: mi piace perdermi nelle infinite viette da cui non trovi più l'uscita e mi piace da impazzire chiacchierare con le persone, sempre così gentili, che ci sono in ogni bancarella. Se dedicate loro un po' di tempo non mancheranno di raccontarvi qualcosa delle loro usanze o del loro paese. A me questo aspetto piace tantissimo perché in un negozio "classico" trovo sia più difficile entrare così in contatto mentre nei mercati mi capita sempre.

Grand Bazar di Istanbul, Alessia Siena in un tipico negozio di lampade Grand Bazar di Istanbul, panoramica del soffitto a volte

Rifacciamo un ultimo giro a Santa Sophia tutta illuminata dopo il tramonto e andiamo a cena in un ristorante davvero tipico lì vicino, BUHARA, dove la specialità è il Kebab: non il Doner a cui siamo abituati in Italia, ma una serie di varianti regionali molto gustose. Ovviamente ci sono anche diverse proposte per chi, come me, non mangia carne: io in particolare ho scelto un'ottima insalata alla greca. Non potete andare via senza terminare il pasto con il loro tè alle mele (credo davvero sia il tè più buono che io abbia mai bevuto) che, accompagnato dal Baklava, è l'apoteosi.

Istanbul, la moschea di Santa Sophia di sera

Per noi questa è l'ultima sera a Istanbul; la mattina seguente abbiamo il volo per tornare a Milano.

IL RITORNO

Istanbul è una città molto grande e il traffico è davvero una cosa incredibile, quindi vi consiglio di chiedere aiuto in hotel per decidere a che ora partire, per non rischiare ritardi. Essere 2 ore prima in aeroporto è il minimo che dovete tenere in considerazione perché l'aeroporto è davvero molto trafficato, ci sono molti controlli e il check-in, almeno per Pegasus, era unico per tutti i loro voli.

Se vi va, aiutatemi a far crescere il blog condividendo l'articolo se vi è piaciuto! Ve ne sarò grata.

Un abbraccio,
Alessia

Commenti

  1. ☀️COPE TECHS☀️

    I servizi di hacking sono necessari a così tante persone, ma non hai ancora incontrato nessuno che ti fornisca questi servizi. Ma non preoccuparti più se vedi questo messaggio. COPE TECHS è un'organizzazione che fornisce facilità alla tecnologia per gli individui, forniamo servizi di hacking con l'obiettivo di aiutare e non per scopi di furto.

    Siamo in grado di fornirti servizi di hacking come:
    ✴️ Phone Hacking📱📲, per spiare le tue spie se sospetti di barare
    ✴️Email e social media hacking📧📩
    ✴️ Modifica dei risultati nella banca dati delle università e dei college💾
    Cambio di precedenti documenti (casellario giudiziario, documentazione medica e.t.c.📑
    ✴️Rifondi su denaro rubato da frodi su Internet 💶💷
    ✴️Mining di Bitcoin 💰 e molto altro.

    Se hai bisogno di servizi di hacking, contattaci tramite il nostro indirizzo e-mail: copetechs@gmail.com

    RispondiElimina

Posta un commento

I più letti