PARIS IN LOVE (Cosa fare in 4 giorni)

Parigi, Tour Eiffel in primavera. Alessia Siena


1° Giorno:

Siamo partiti da Milano Malpensa con Easyjet che atterra a Charles de Gaulle (io prenoto i voli sempre su Skyscanner). Al posto del classico Uber abbiamo usato Chaffeur Privè, è l’Uber francese per intenderci, l’abbiamo usato per tutto il viaggio e ci siamo trovati benissimo. Prima tappa direzione hotel, abbiamo soggiornato all'Hotel Bedford, un bellissimo hotel 4 stelle in Rue de L’Arcade 17, comodissimo per arrivare con una breve camminata al Louvre. La nostra camera era bellissima, molto grande e confortevole, il letto comodissimo e con tantissime finestre su Parigi. Dopo un cambio veloce ci dirigiamo appunto verso il Louvre per vedere il tramonto e lo spettacolo a cui assistiamo è davvero unico.

Parigi, Museo del Louvre. Piramide di vetro (Pyramide du Louvre). Alessia Siena


Ci godiamo il tramonto e andiamo a cenare da A. Noste, in 6 bis rue du 4 septembre a base di vino rosso e tapas in un locale assolutamente mondano, con tantissimi parigini intenti a chiacchierare tra di loro. Torniamo quindi in hotel pronti per il secondo giorno.

2° Giorno:

La mattina facciamo una colazione veloce vicino al nostro hotel e poi ci dirigiamo verso il Sacre Couer e la zona degli artisti, a me questa zona piace tantissimo, mi piace proprio perdermi a guardare tutta quella creatività e la passione che ci mettono in ciò che fanno.

Parigi, Sacre Couer e la zona degli artisti


Dopo varie passeggiate per la città ci dirigiamo in zona Notre Dame per pranzare al KONG (per le amanti di Sex and the city saprete perfettamente di che ristorante sto parlando) e si trova in 1, rue du Pont Neuf. Il ristorante è molto accogliente, il cibo buono e ha una bellissima vista su Parigi, assolutamente consigliato.  


Parigi, ristorante Kong, Notre Dame. Alessia Siena


Continuiamo poi con le nostre passeggiate, vediamo Notre Dame, facciamo un po’ di shopping (compro dei profumi incredibili da FRAGONARD, se andate in Francia non perdeteli), lasciamo un lucchetto sul Ponte des Arts (immancabile in un week end romantico) e tardo pomeriggio torniamo verso l’hotel per prepararci per la serata.
La sera andiamo alla Tour Eiffel, ci godiamo lo spettacolo delle luci che si accendono alle 21, non perdetevelo perché è davvero emozionante.

Parigi, Spettacolo serale alla Tour Eiffel. Giochi di luce


Finito di vedere lo spettacolo decidiamo di cenare al CASSENOIX,  un locale dalla divina cucina francese a pochi passi dalla torre. Il ristorante offre un menù fisso di 3 portare a un prezzo fisso di 35 euro. Inizialmente ero un po' scettica sulle 3 portate perché pensavo fossero troppe mentre i piatti sono studiati così alla perfezione e ben bilanciati che la cena è risultata assolutamente perfetta. Ve lo consiglio davvero perché vale la pena provare una cucina francese così autentica.

Parigi, primo piatto di pesce al ristorante Cassenoix


3° giorno:

La mattina colazione da Ladurée, comodissimo perché dal nostro hotel dista 5 minuti a piedi e facciamo scorta di Macarons (i loro sono davvero divini) e ovviamente caffè

Parigi, colazione da Ladurée. Misto di macarons e caffè
.

Poi andiamo subito verso la Tour Eiffel perché la foto romantica dal punto più suggestivo era immancabile (mi riferisco alla foto all'inizio dell'articolo). Per chi non sapesse dove si trova quel punto, la via è Rue Buenos Ayres e una foto scattata lì è davvero imperdibile. Come è stata immancabile la foto scattata con i fiori sbocciati e vista della torre.

Parigi, Tour Eiffel vista dal parco Champ de Mars (Campo di Marte). Alessia Siena


Andiamo poi verso l’Arc du Triomphe, mangiamo in un localino parigino, torniamo al Louvre perché volevamo entrare (ma siamo arrivati troppo tardi) e via verso l’hotel per prepararci la cena che avevamo prenotato e così tanto attesa, non vedevo davvero l’ora di provare questo ristorante. Per le 21 chiamiamo come sempre Chaffeur Drive e andiamo al Loulou Restaurant, che è proprio dentro il Musée des arts décoratifs. Abbiamo cenato divinamente con Champagne ( a Parigi bisogna provarlo), vari antipasti, pizza al tartufo (divina!) e dolci squisiti. Se prenotate con largo anticipo avrete il tavolo con vista della Torre Eiffel. Se volete fare sorprendere con una cena indimenticabile non perdete davvero questo ristorante.

Parigi, Ristorante Loulou, giardini del Louvre. Cena romantica. Alessia Siena

Parigi, ristorante Loulou, squisita pizza al tartufo


4° Giorno:

Lo dedichiamo interamente a passeggiate, shopping e foto in giro per la città perché secondo me per vivere appieno Parigi bisogna passeggiare per ore e ore per scoprire angoli, scorci, localini, giardini e tutto quello che la città ha da offrire. Il pomeriggio lasciamo l’hotel, chiamiamo la macchina e andiamo verso l’aeroporto pronti a tornare a casa, felici per questi 4 meravigliosi giorni. 

Parigi, Pyramide du Louvre. Alessia Siena

Spero che questo articolo vi sia utile per vivere anche voi degli indimenticabili giorni a Parigi così com'è stato per noi.

Abbiamo girato anche un piccolo Vlog, se vi va potete vederlo qui. 


P.s. Io come in ogni viaggio porto sempre con me la Lonely Planet, non riuscirei a partire senza perchè a mio avviso sono davvero utili.

Un abbraccio

Alessia

Commenti

I più letti