ADDIO AL NUBILATO A NEW YORK

New York, Skyline dal Brooklyn Bridge (Ponte di). Alessia Siena

New York, skyline dall'hotel Millenium Hilton

1° giorno:

Io, Nadia e Maylin partiamo da Milano Malpensa con il volo Emirates delle 16.20 per NEW YORK  Aereoporto JFK (io i voli li prendo sempre su Skyscanner).
Dopo 8 ore di volo eccoci arrivare a New York, in quel momento lì sono le 19.00, prendiamo un taxi e via verso il meraviglioso hotel in cui soggiornavamo, il Millenium Hilton New York UN Plaza. Arriviamo in camera e la vista è a dir poco sensazionale, la camera grandissima, spaziosa e davvero confortevole, non avremmo potuto chiedere di meglio.

New York, skyline notturno dall'hotel Millenium Hilton

Disfiamo i bagagli (sistemo con cura i miei prodotti per la cura del viso URAS Cosmetici, senza di quelli ormai non mi muovo più), doccia, abiti e siamo pronte per andare a cena.

New York, immancabili prodotti di bellezza URAS. Alessia Siena

Per la prima sera abbiamo deciso di andare al TAO Downtown dove si trovavano anche degli amici. Il TAO è un ristorante assolutamente imperdibile a New York, ce ne sono due, uno appunto a Downtown e uno ad Uptown, sono entrambi splendidi e meritano davvero una visita. La cucina è giapponese ed è strepitosa. Il ristorante di Downtown ha in aggiunta la discoteca, ed è lì che abbiamo passato la serata dopo cena. Subito affianco al ristorante poi c’è anche un altro locale che davvero merita una visita, il PHD e per chi vorrà vivere appieno la notte newyorkese potrà terminarla in questo splendido locale. Verso le 3 torniamo in hotel, stanchissime ma felicissime di essere nella città che più amiamo, per la prima volta tutte e 3 insieme.

New York, ingresso del ristorante TAO. Alessia Siena

2° giorno:

La mattina seguente ci svegliamo presto, un po’ per il fuso orario, un po’ per l’adrenalina di essere li. Quindi ci prepariamo, facciamo colazione a base di uova strapazzate e toast e via verso il nostro negozio preferito, Forever 21, dove passiamo le ore successive. Per il primo giro abbiamo scelto quello di Times Square perché è il più grande e il più fornito, ma ce ne sono altri in giro per la città. Dopo qualche ora di shopping andiamo a pranzo da SERAFINA, dove potete trovare senza dubbio la pizza al tartufo più buona della città. Anche di questo ristorante ce ne sono diversi, noi abbiamo scelto quello vicino a Times Square ovviamente per un discorso di comodità.

New York, imperdibile pizza al tartufo e formaggi del ristorante Serafina

Finito il pranzo aspettiamo Lidia, un’altra mia amica in arrivo da Washigton e via con un’altra sessione di shopping, prima con un giro a Midtown e poi al Century 21 di Walt Street. Questo è un grandissimo Store dove potete trovare di tutto a prezzi davvero ottimi e tutti gli amanti dello shopping non potranno perdere una tappa qui. Taxi e via verso l’hotel per prepararci ad andare in un altro dei miei locali preferiti a New York, il Buddakan. Anche questa volta è cucina asiatica (io l’adoro) e passiamo lì la serata tra chiacchere e confidenze tra donne. Il bello di passare il tempo con le amiche è anche questo. 

New York, cena al ristorante Buddakan in stile Sex and the City. Alessia Siena

3° giorno:

Anche oggi ci svegliamo prestissimo, l’adrenalina è tanta e la città ci chiama. Ci prepariamo e via a fare colazione da Pret a Manger, dove mangiamo Avocado Toast, Waffle, Smoked Salmon Toast e molto altro.. La colazione è davvero ottima e ci da la carica per la nuova giornata. Via verso la Fifth Avunue, facciamo una bellissima passeggiata, ci godiamo il sole, ci fermiamo a ballare sulla strada (c’era un venditore di Hot Dog con la musica latina altissima e noi la amiamo 😛 ), scattiamo un po’ di foto, mangiamo un gelato e insomma ci godiamo un po’ la città, direzione Central Park.

New York, a zonzo per la Fifth Avenue. Alessia Siena

New York, passeggiata con gelato sulla Fifth Avenue. Alessia Siena

Le ore passano così e arriviamo all'altezza di Central Park affamate. Decidiamo quindi di fermarci per pranzo al TAO, questa volta di Uptown. Pranziamo a base di riso saltato e Uramaki e via in Central Park, dove però facciamo un giro veloce perché è già tardo pomeriggio e la mia amica Lidia deve tornare a Washington. La salutiamo e andiamo in direzione Soho, il centro nevralgico dello shopping newyorkese. Giriamo vari negozietti, Forever21Top ShopSteve Madden e altri e terminato il nostro giro andiamo al ponte di Brooklyn per assistere a uno dei tramonti più belli di sempre. Il tramonto inizia con i colori dell’arancio, per andare a quelli del rosa e finire con quelli del viola, davvero raramente mi è capito di assistere a un tramonto così sensazionale.

New York, skyline dal Brooklyn Bridge al tramonto. Alessia Siena

New York, skyline dal Brooklyn Bridge al tramonto

4° Giorno:


Ultimo giorno, lasciamo l’hotel e andiamo a fare l’ultima sessione di shopping da Macy's, anch'esso imperdibile (è vero, lo ammetto, non abbiamo fatto altro che fare shopping, ma è la mia più grande passione e per il mio addio al nubilato non potevo sognare di meglio). Il bello di New York è che ti prefissi una meta, ma la città ti travolge talmente tanto che ti ritrovi ad arrivare a destinazione 4 ore dopo! Arriviamo quindi da Macy's nel primo pomeriggio e lì Nadia, nonché la mia testimone, trova le scarpe che metterà al mio matrimonio, e più che soddisfatte da questo acquisto decidiamo di andare a pranzo da Indochine, altro ristorante assolutamente imperdibile, ma purtroppo era chiuso e decidiamo quindi di fermarci al Sant'ambroeus, un’istituzione a New York. Il cibo è eccezionale e io prendo un classico spaghetto al pomodoro che, dopo diversi pasti asiatici, ci stava proprio.

New York, pranzo al ristorante Sant'ambroeus


Ultimo giretto nel Village, senza dubbio la mia zona preferita di tutta Manhattan, dove passiamo a fare qualche foto fuori dalla casa di Carrie, la protagonista di Sex and the City. A ogni viaggio a New York non perdo mai di passare di qui.


New York, ricordando Sex and the City. La foto di rito alla casa di Carrie. Alessia Siena


Taxi e via verso l’aeroporto, tristi per la partenza ma felicissime per questi meravigliosi giorni passati insieme. Questo ovviamente è un articolo riguardante il mio addio al nubilato, se dovete visitare New York per la prima volta ci sono tantissime cose da fare che non rientrano in questi 3 giorni. Questa era la mia decima volta a New York e l’ho girata tutta in lungo e in largo, se vi interessa sapere cosa fare la prima volta a New York fatemelo sapere e scriverò un articolo anche su questo.

Vi abbraccio

Alessia

Commenti

Posta un commento

I più letti